Notizie Forex

Osservazione Della Recessione Degli Stati Uniti, Aprile 2020 – Probabilità di Recessione Artificialmente Basse

Le previsioni più rialziste per la ripresa statunitense potrebbero essere le previsioni che prevedono la recessione nell’aprile 2020. Nonostante la crescita dell’attività economica, una crescente preoccupazione per l’inflazione e un’ulteriore debolezza fiscale, rimane ancora una domanda chiave: cosa succede se la recessione americana inizierà dopo Aprile 2020?

La prima cosa da capire è che non ha senso continuare la recessione. È molto importante ricordare che il governo ha la capacità di sospendere tutti gli strumenti di debito che hanno fatto fino alla fine della recessione. Quindi l’orologio della recessione dovrebbe funzionare con i soldi che escono dall’economia piuttosto che dirigersi verso la prossima recessione.

Ma, se queste sono le circostanze, come fanno gli Stati Uniti a finanziare il debito? Ci sono molte ragioni per questo problema, ma per dirla semplicemente, gli Stati Uniti devono affrontare due scelte: salvare le banche o fornire le basi di un sistema di gestione del debito.

Il motivo principale per cui è saggio spostarsi verso la gestione del debito è perché, quando gli obbligazionisti recuperano i loro soldi, non subiranno le stesse perdite della recessione, ma saranno pagati molto meno. Quando la prossima recessione degli Stati Uniti colpisce, il governo può utilizzare i proventi di questo debito per ristrutturare il debito.

Ma come faranno i detentori di bond a recuperare i loro soldi? La risposta è la Federal Reserve. Ha già fornito la stragrande maggioranza del denaro per ripristinare i mercati del credito, ma l’ultimo pagamento è più che sufficiente per tornare sui mercati e finanziare il processo di ristrutturazione del debito.

Ciò significa che i possessori di obbligazioni riceveranno indietro i loro soldi in cambio del denaro investito. La buona notizia è che non solo otterranno il rimborso, ma i profitti della vendita di titoli saranno disponibili anche per investire nell’economia reale.

Non solo il vantaggio del detentore di obbligazioni, ma significherà anche che l’inflazione avrà un impatto minore sui prezzi di beni e servizi. Questo può essere considerato un vantaggio perché dimostra che l’inflazione non sarà peggiore di prima della recessione.

E il mercato azionario? I detentori di obbligazioni correranno davvero il rischio di investire in azioni se sanno che le perdite possono essere catastrofiche?

Anche prima dell’inizio della recessione, c’erano troppe scorte in aumento e le scorte erano troppo sicure, il che significava che andavano semplicemente a un prezzo elevato e uscivano dal mercato. Quando il mercato è crollato e ha portato giù il resto del mercato azionario, gli investitori che avrebbero potuto tornare ai loro titoli sicuri erano troppo occupati alla ricerca di investimenti ad alto rendimento per rischiare di perdere terreno e perdere tutto.

Le azioni sono semplicemente troppo prevedibili e se non vi è alcuna banca centrale a sostegno delle azioni, la volatilità sarà incontrollabile. Ciò significa che gli investitori dovranno pagare i prezzi elevati garantiti dalla Fed.

Quando l’inflazione è artificialmente bassa, l’inflazione è qualcosa che non li preoccupa perché hanno già effettuato i pagamenti per recuperare le obbligazioni. E se c’è troppa inflazione, la Fed non sarà in grado di supportare il mercato.

Per evitare che il portafoglio si assuma troppi rischi quando l’economia è in recessione, è necessario acquistare attività a bassa inflazione. Inoltre, la prima azione che devi intraprendere al termine della recessione è quella di aggiungere al tuo fondo di emergenza investendo in azioni e obbligazioni.

Author Since: Apr 10, 2019