Notizie Forex

Il prezzo dell’oro rimane limitato dalla SMA a 50 giorni prima della decisione sui tassi della Fed

Negli ultimi due mesi, i prezzi dell’oro sono rimasti in gran parte sulla tendenza al rialzo poiché il comportamento del mercato piuttosto che i fattori fondamentali continuano a influenzare la crescita economica globale. Tuttavia, gli analisti di mercato a Londra e New York continuano ad aspettarsi un’imminente moderazione dei tassi di interesse statunitensi che sarà accompagnata da un rafforzamento del dollaro. Ciò potrebbe comportare un aumento dei prezzi dell’oro.

In continuità con questo sentimento, gli analisti del mercato dell’oro a New York e Londra ritengono che il dollaro USA possa rimanere su un tasso di cambio debole rispetto alle altre principali valute fino alla fine dell’anno. Affinché il dollaro USA possa riconquistare il primo posto, attualmente detenuto dalla sterlina britannica, la coppia EUR / USD (l’euro contro il dollaro) deve indebolirsi di almeno l’1,5% nel corso del prossimo mese. Se ciò accade, fare un altro tentativo di superare il livello psicologico di supporto psicologicamente stabilito si rivelerà abortito. I prezzi dell’oro rimarranno probabilmente su base marginale nei prossimi due mesi. Tuttavia, l’azione dei prezzi più elevata potrebbe spingere il prezzo dell’oro più in alto nei prossimi dodici mesi.

Su una nota più positiva, gli investitori a Londra e New York dovrebbero rimanere pazienti mentre la Federal Reserve statunitense continua il suo processo di aumento dei tassi. Finora anche la Banca centrale europea (BCE) ha mostrato moderazione, nonostante i recenti rapporti indicassero che l’economia nella regione potrebbe essere sull’orlo del collasso finanziario. Se questi fattori spingono il dollaro USA a indebolirsi rispetto a tutte le altre principali valute, un dollaro USA più forte renderà il prezzo dell’oro più attraente. Fare un altro tentativo di rompere il livello psicologico di supporto sarebbe inutile dato che non sono presenti indicatori strutturali di supporto. Pertanto, gli investitori possono continuare ad acquistare oro poiché il dollaro USA si indebolisce rispetto alle altre principali valute.

Inoltre, i prezzi dell’oro potrebbero continuare a salire con la maturazione del processo di ripresa economica globale. I dati economici rilasciati nelle ultime settimane hanno fornito alcune prove che l’economia statunitense si sta avvicinando a una fase di “recessione”. Sebbene l’economia statunitense non sia in recessione, i dati indicano che si sta avvicinando a una fase di “disoccupazione”, con ulteriori tagli di posti di lavoro previsti nei prossimi trimestri. Nel frattempo, l’inflazione continua a salire al di sopra dell’obiettivo del 2% della Fed. L’inflazione potrebbe continuare a salire e gli effetti dell’aumento dei tassi di interesse di base in tutto il mondo continueranno a erodere la fiducia degli investitori. Lo spettro dell’aumento dell’inflazione e dell’aumento dei tassi di asset e materie prime continuerà a esercitare pressioni sui mercati azionari e delle materie prime statunitensi.

I prezzi dell’oro potrebbero continuare a salire poiché gli investitori rimangono incerti sulle prospettive per l’economia statunitense, le condizioni finanziarie globali e le prospettive di misure di stimolo o di intervento della Fed. Inoltre, gli operatori di mercato rimangono incerti sulla sostenibilità dell’attuale livello dei tassi di interesse. E sebbene gli operatori di mercato si aspettino che l’economia statunitense rallenti a causa del suo attuale tasso di inflazione e di alto tasso di disoccupazione, i responsabili della politica monetaria sono preoccupati che una politica monetaria accomodante continuata possa non essere sostenibile nel lungo periodo.

Con queste preoccupazioni in mente, gli investitori possono continuare a investire nel metallo prezioso piuttosto che aspettare che gli indicatori diventino chiari. I trader che acquistano oro e mantengono le loro posizioni nel tempo sono in grado di beneficiare di un ambiente che fornisce la forza relativa necessaria al mercato per compiere una mossa sostanziale. A questo punto, è probabile che i prezzi dell’oro rimangano vicini ai livelli degli anni precedenti. D’altro canto, se questi acquirenti iniziano a credere che potrebbero non essere più in grado di ottenere questo premio dagli acquisti di oro, i prezzi dell’oro potrebbero iniziare a diminuire.

I commercianti di oro prevedono che un periodo chiave di resistenza si verificherà intorno all’inizio del terzo trimestre di quest’anno. A questo punto, credono che gli operatori di mercato riguadagneranno la loro fiducia nell’economia statunitense e inizieranno ad aumentare ancora una volta la loro pressione di acquisto sul metallo prezioso. Quando ciò accadrà, i partecipanti al mercato si renderanno conto che possono acquistare quantità aggiuntive di oro senza dover pagare gli elevati costi degli acquisti fisici. I trader che commerciano con il trend ribassista possono trarre vantaggio dall’entrata in un’operazione di consolidamento il prima possibile per sfruttare i livelli di liquidità più elevati che dovrebbero essere presenti durante questo periodo. E quando gli operatori di mercato iniziano ad anticipare che le prime misure di allentamento quantitativo stanno arrivando per affrontare gli attuali problemi finanziari, ciò può indurli a trarre vantaggio da questo periodo di forti prezzi dei lingotti.

Tuttavia, gli stessi scenari potrebbero svolgersi in uno scenario diverso. Nel caso in cui l’economia statunitense continui a vacillare o subisca rallentamenti significativi, il prezzo dell’oro potrebbe iniziare ad aumentare. Se gli investitori iniziano a mettere in dubbio l’affidabilità del dollaro USA, il metallo giallo potrebbe diventare troppo caro e inviare il mercato a una correzione. I trader potrebbero essere costretti a vendere se th

Author Since: Apr 10, 2019